Open House: desiderare il bene per costruire qualcosa di grande

"C'è qualcosa di grande tra di noi, è vero. Ma c'è qualcosa di grande anche dentro di noi: il desiderio di costruire cose belle e grandi. Il Banco Alimentare testimonia, con la sua opera, che si può lottare contro lo spreco di cibo, ma anche e soprattutto contro lo spreco di desiderio che si vede in tante persone". Il significato, la bellezza e il messaggio dell'Open House dell Banco Alimentare dell'Abruzzo sono tutti nelle parole di Bernhard Scholz, presidente nazionale della Compagnia delle Opere, intervenuto ieri sera, giovedì 13 luglio, alla nona edizione della serata di gala che si è svolta come sempre nella sede di Pescara.

Una serata da record nell'anno del ventennale: ben trecento tra imprenditori, professionisti, lavoratori, volontari e amici hanno accolto l'invito a partecipare e vivere un evento atteso e di grande suggestione. Open House che quest'anno ha avuto un intenso prologo: l'assemblea della Compagnia delle Opere che si è tenuta nel magazzino di via Celestino V, sul tema "Il lavoro crea bellezza. Qual è la bellezza del tuo lavoro?". Scholz, introdotto da Giuseppe Ranalli, presidente di Cdo Abruzzo Molise, ha parlato agli imprenditori presenti di lavoro come opportunità per scoprire se stessi e non come condanna. "Opportunità - ha detto - che può essere colta se si parte dal desiderio di bene e di bello che c'è in ogni uomo. E coglierla significa essere responsabili nei confronti della realtà: si risponde a ciò che accade per un amore a sé e agli altri, non per doverismo, che non genera nulla. Si risponde rimettendo al centro i propri talenti". Tutto, dunque, diventa interessante se cambia la coscienza di sé, anche i lavori banali o ripetitivi. "Il cambiamento - ha aggiunto - è possibile in una sana relazione: la condivisione può e deve essere un metodo di lavoro, a patto che sia una condivisione umana piena e non da bar come quella di Facebook. Per questo, la testimonianza è più efficace di qualunque regola. E si capisce - ha concluso - che il bene della persona, quello dell'impresa e quello comune sono uniti da un'unica domanda di significato che muove tutto". Per approfondimenti: leggi l'intervento di Scholz "Riscopriamo il vero senso del lavoro"

È stato Luigi Nigliato, presidente del Banco Alimentare dell'Abruzzo, a fare gli onori di casa alla cena iniziata dopo l'assemblea: "La mia e la nostra gratitudine per questi venti anni di Banco Alimentare. La vostra presenza numerosa è segno di una stima e di un'amicizia che crescono nel tempo. Se siamo diventati un'opera così significativa è per questa rete di relazioni, che ci hanno aiutato a crescere nel tempo, per il lavoro del nostro staff e per i tanti volontari. Grazie a tutti".

All'Open House hanno portato il loro saluto anche la senatrice Federica Chiavaroli, sottosegretario alla Giustizia, e Marinella Sclocco, assessore regionale alle Politiche sociali. Introdotti poi da Cosimo Trivisani, direttore del Banco Alimentare dell'Abruzzo, sono intervenuti anche Giuseppe Parma, direttore generale della Fondazione Banco Alimentare, e lo stesso Scholz. "I volti che incontro nell'opera del Banco - ha detto Parma - sono la bellezza di quest'opera, che ci ricorda che possiamo e dobbiamo fare tutti di più contro lo spreco e la povertà, di cui i dati Istat tracciano un bilancio impietoso".

Dopo l'intervento di Scholz, che ha legato il tema della bellezza del lavoro a quello del ventennale, si è esibito il Contemporary Vocal Ensemble del conservatorio di Pescara, con musiche e canzoni che hanno allietato ancora di più una serata indimenticabile, alla quale hanno partecipato le seguenti realtà: Alleanza Assicurazioni, Alma C.I.S., Apicoltura Luca Finocchio, Aptar, Auchan Pescara, Banca Generali, Bcc Sangro Teatina, Banco di Solidarietà di Teramo Onlus, Biblos, Centro Servizi Arquati, Al Discount, Coccione Distributori Automatici, Cdo Abruzzo Molise, Csv Pescara, Delta System, Fater, Gdm Distributori Automatici, Ig Gruppo De Pasquale, Immobiliare Colanzi, Iper la grande i, Istituto Mecenate, Openjob Metis, Quanta, Sisofo, Tecnomatic, ti teknimpianti, Tua Trasporto Unico Abruzzese, Uil Abruzzo, Vega Prefabbricati.

Il catering è stato a cura di Bongè Catering di Nicola Genobile, il service audio video a cura di Vision Group.