Fondazione Banco Alimentare
Associazione Banco Alimentare del Lazio - Onlus
SITICIBO

SITICIBO

 

IL PROGETTO

 

Siticibo, nasce a Milano nel 2003, ed è un servizio voluto fortemente da Cecilia Canepa e dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus, che insieme sono stati promotori di un’azione legislativa indispensabile all’avvio del progetto.

Grazie a loro il Parlamento Italiano, primo in Europa e secondo agli Stati Uniti, ha approvato a larga maggioranza la legge che “Disciplina la distribuzione dei prodotti alimentari ai fini della solidarietà sociale”, legge 155 del 2003, conosciuta come “Legge del Buon Samaritano”, che consente a tutte le Onlus che operano a fini di solidarietà sociale di recuperare gli alimenti rimasti invenduti nel circuito della ristorazione organizzata e donarlo ad Enti Caritativi  che si occupato dei più poveri.

 

L’ATTIVITA’

 

L’attività di Siticibo consiste nel recuperare esclusivamente dalla ristorazione organizzata (mense aziendali, refettori scolastici, alberghi, ristoranti,…) , tutti quei cibi cucinati , alimenti freschi come frutta e verdura e prodotti da forno, di ottima qualità e perfettamente integri, non serviti , che nel giro di poche ore attraverso una rete logistica di furgoni attrezzati e volontari che prestano il loro tempo, vengono consegnati e consumati presso gli enti beneficiari riceventi. Il recupero dell’eccedenze del cibo cucinato e fresco costituisce una risorsa preziosa per sostenere gli enti destinatari che offrono pasti a persone in difficoltà, rappresentando per loro l’opportunità di liberare risorse economiche destinabili a migliorare il servizio svolto.

 

LE PROCEDURE 

 

Uno dei punti di forza che caratterizza l’attività di Siticibo è l’assoluto rigore nel rispetto delle procedure di raccolta e distribuzione del cibo  nonchè un’attenzione costante ai soggetti destinatari. Le procedure seguite sono chiare, semplici e di immediata applicazione per tutti, garantendo l’igiene degli alimenti assicurandone l’integrità e l’appetibilità dei prodotti e le loro caratteristiche organolettiche. Queste procedure tengono conto di due elementi: da un lato l’elevata deperibilità e la brevità del ciclo di vita degli alimenti raccolti, dall’altro la vulnerabilità dei destinatari persone che spesso vivono in situazioni precarie. Infatti, per quanto riguarda il cibo cucinato; Siticibo raccoglie solo alimenti sottoposti ad abbattimento di temperatura, (che deve essere inferiore a 4° C), in applicazione delle norme e dei principi della catena del freddo.

 

SITICIBO A ROMA 

 

A Roma la  sperimentazione parte nel maggio 2007 con l’aiuto di Marcello Fabbri (Presidente allora in carica del Banco Alimentare del Lazio Onlus) e Stefano Baiocco che tutt’ora è il nostro autista, e con il contributo del signor Giorgio Vincenzo, responsabile dell’azienda di ristorazione Compass Group (all’epoca Onama ristorazione), che tutt’ora ci sostiene.

A partecipare al primo ritiro d’inaugurazione sono state le seguenti mense

    •  LA MENSA  ONAMA  “BUON APPETITO ” (WIND) 

    •  LA MENSA ONAMA TELECOM

Per un totale di 49 primi, 45 secondi, 10 contorni e 4 colombe come dolce.

A beneficiare di questa prima raccolta furono gli enti caritativi:

    •   L’ISTITUTO DELLA DIVINA PROVVIDENZA PER LE SORDOMUTE di via Don Gnocchi  

    • La COOP. SOCIALE SAN FRANCESCO di via Del Casaletto.

A loro, nei giorni subito successivi si sono uniti 

    •  COOP. SOCIALE IL CAMMINO, di Via A. Vanzetti
    • GRUPPO CARITAS POVERE FIGLIE DELLA VISITAZIONE di Via Della Magliana
    • OPERA DON CALABRIA di Via Gianbattista Soria.

A fine 2007 entra a far parte dei nostri donatori La Mensa Del World Food Programme grazie alla collaborazione della “Pedevilla Ristorazione”, chiudendo così il 2007 con una raccolta pari a:

·       5973 porzioni di primi,
·       3339 porzioni di secondi
·       1587 contorni
·       40 dessert

 

 

Un numero destinato a crescere anno dopo anno...
 

 Tel: 06.88972092 Mob: 345.9098646 e-mail: siticibo@lazio.bancoalimentare.it