Le notizie

Sono stati mesi difficilissimi, e lo saranno ancora per un po’: oggi la nostra priorità è quella di far fronte alle conseguenze del COVID-19 e di affrontare la crisi sociale ed economica che migliaia di persone nel nostro Paese stanno attraversando. Per fortuna, però, non siamo soli: tante sono le aziende e i partner – vecchi e nuovi – che ci sono vicini e che ci stanno dando il proprio aiuto e sostegno...

Le storie

I mesi appena trascorsi ci hanno lasciato una sofferenza dentro, a cui non eravamo preparati. La pandemia ci ha fatto mettere da parte i sogni che avevamo. Ci ha costretti chiusi in casa a pensare a un futuro incerto, lasciando molte persone senza arte né parte. Ma proprio quando non te l’aspetti arriva quella telefonata, che forse ti cambia la vita. 

Le notizie
di Chiara Lignarolo

Fa caldo come ad agosto, ma siamo a giugno. Ho preso solo un foglio che avevo stropicciato in borsa e una matita che ha poca punta. Cerco una storia da raccontare, ma non voglio sembrare invadente. Per fortuna non sono sola, ci sono due volontari della mensa dei poveri lì della zona, convenzionata con noi, che hanno accettato di farmi andare con loro a consegnare gli hamburger appena ritirati...

Le notizie

Emergenza Alimentare Italia: a rischio 1 milione di bambini
Sostieni con un sms al 45582 l’attività di Banco Alimentare

Le notizie
di Chiara Lignarolo

Arriviamo in una stradina laterale di una zona popolare di Torino. Un nostro mezzo sta distribuendo beni alimentari attraverso alcuni volontari della parrocchia. C’è entusiasmo voglia di parlare e condividere, complice anche la consegna straordinaria di gelati, il sole, la musica e il clima di festa...

L'intervista
di Massimo Romanò

È proprio vero che non c’è sfida che possa fermare il cuore, la passione per l’umano, il desiderio di guardare in faccia il bisogno e provare a rispondere. Nemmeno questa sfida drammatica, nemmeno l’immensa tragedia provocata da questa pandemia, ha fermato il cuore. Lo si capisce bene dal racconto di Giovanni Bruno...

Le storie
di Paola Aceto

Nella solitudine di questo mese ho evitato in tutti i modi di stare con me stessa perché non avevo più niente da dirmi: ero come io mi volevo, due lavori, un mucchio di amici, esperienze adrenaliniche e non avevo più nulla da raccontarmi.

Le storie
di Cristina

Mi sono chiesta, perché andare al Banco Alimentare, perché proprio adesso, in un momento in cui prevale la paura? Nasce in noi, credo, un desiderio nascosto che teniamo spesso soffocato, di voler ridare quella "fortuna" e quel bene di cui siamo invasi, che ci chiediamo quasi se siamo meritevoli di avere e se valga la pena tenerlo tutto per noi, protetto...

Le notizie

Il giro dei volontari per la raccolta inizia presto al mattino.

Le storie
di Simone Frega

In un periodo storico molto particolare e strano per tanti di noi, ho ricevuto un regalo. Ad una settimana dalla “chiusura” dell’Italia, mi arriva un sms di un amico che mi segnala l’iniziativa del Comune di Genova (dove sono nato e risiedo) volta a favorire il recapito della spesa a casa tramite l’impiego di giovani volontari genovesi...

Le notizie

Leonardo - un'azienda globale ad alta tecnologia attiva nei settori dell'Aerospazio, Difesa e Sicurezza -conferma e rafforza la propria cittadinanza d’impresa nelle comunità e nei territori in cui opera collaborando con enti, associazioni e fondazioni, organizzazioni non profit e

“Fai la tua buona spesa” l’iniziativa varata da Pam local che ha avuto come charity partner Banco Alimentare si è conclusa con la consegna dei proventi raccolti che contribuiranno a donare 100.000 pasti ai più bisognosi.

Le notizie
di Massimo Romanò

La paura, la drammatica sorpresa di trovarsi improvvisamente davanti a qualcosa di inimmaginabile. E poi la voglia di non fermarsi, di guardarsi attorno e capire che dentro questa tragedia può scattare una grande capacità di essere solidali e abbracciare chi ha più bisogno. Tutto questo accade anche nelle carceri del nostro Paese...

Pages

Editoriale

Quando ho cominciato questa avventura come volontario in Fondazione non avrei potuto certo immaginare di ritrovarmi addosso una responsabilità così grande, che certamente mi onora ma di fronte alla quale mi sento “piccolo, piccolo”.