Germania: gli imballaggi intelligenti che taglieranno gli sprechi

I tedeschi buttano 82 kg a testa di rifiuti alimentari ogni anno, ancora commestibili. A questo proposito, il Ministro dell'Alimentazione e dell'Agricoltura Christian Schmidt ha lanciato la proposta abolire la data di scadenza sulla confezione, in favore di alternative più scientifiche. Lo scopo: dimezzare lo spreco alimentare entro il 2030.
Il Ministro è convinto del fatto che la “best before date” (BBD) non sia vincolante e che i prodotti siano adatti per il consumo ben oltre questa data: sono i produttori che hanno stabilito un margine di sicurezza troppo ampio.

Nel “piano Schmidt” rientra la proposta di chip elettronici da installare negli imballaggi ed ha investito 10 milioni di € nella ricerca con l'obiettivo di avere risultati concreti entro 3 anni.
Berlino non può fare tutto da sola, ma il Ministro è convinto di poter proporre qualcosa a livello UE in pochi mesi. L’obiettivo è fare un passo avanti rispetto a Francia e Italia dove invece che buttare viene imposto per legge, per esempio, di vendere a un prezzo inferiore o donare ai bisognosi.

Fonte: Euroctiva.com (leggi l'articolo completo)

Tags: Dal Mondo