Spesa SOSpesa: la solidarietà riempie il carrello

Dopo il caffè sospeso di tradizione napoletana e la pizza sospesa, arriva anche la spesa “SOSpesa”. L’iniziativa, partita il 7 febbraio, è realizzata da Ekom, insegna discount del Gruppo Sogegross, in collaborazione con il Banco Alimentare, e coinvolge tutti i punti vendita Ekom in Liguria e Piemonte fino al 7 marzo 2017.

Purtroppo – ha spiegato Giuseppe Marotta, Direttore Generale di Ekom (nella foto in basso)  – il numero di famiglie che chiede aiuto perché non solo non riesce ad arrivare a fine mese, ma neppure a portare un piatto caldo in tavola quotidianamente è aumentato. Per questo abbiamo deciso, in sinergia con il Banco Alimentare, di intervenire con questa iniziativa originale e unica nel suo genere che siamo fiduciosi porterà beneficio a tante persone”.

Partecipare a “Spesa SOSpesa” è semplice: Ekom e Banco Alimentare hanno selezionato un gruppo di prodotti di prima necessità (pasta, tonno in scatola, olio, caffè, biscotti, passata, legumi, biscotti per bambini, omogeneizzati, zucchero, fette biscottate e latte) che saranno indicati a scaffale con l’apposito cartellino “Prodotti sos”. Il cliente potrà quindi acquistare questi prodotti e una volta pagati in cassa depositarli nell’apposito contenitore. Il Banco Alimentare provvederà poi tramite strutture convenzionate a effettuare il ritiro di questi prodotti e a consegnarli alle famiglie bisognose sul territorio.

Abbiamo deciso di estendere la nostra collaborazione con il Banco Alimentare – ha aggiunto Giuseppe Marotta, illustrando l’iniziativa – per avvicinarci concretamente al territorio e aiutare le famiglie nella loro quotidianità. La Colletta Alimentare che si svolge a novembre è già molto importante, ma abbiamo sentito la necessità di fare qualcosa anche durante l’anno, oltre al ritiro di prodotti prossimi alla scadenza che già sono indirizzati a persone in difficoltà”. 

Tags: Campagne