Evviva, 100.000 bambini a colazione. Insieme contro la povertà alimentare che colpisce i minori

È recente la notizia rimbalzata sui media tradizionali e sui social “Sviene in classe. Non mangiava da 48 ore“ (Corriere Veneto a firma di V. Santarpia). La povertà colpisce oltre 4,5 milioni di persone in Italia; tra questi prevalgono le famiglie con figli minori.

Quando sono i bambini a soffrire la fame, a non avere una adeguata alimentazione le conseguenze si ripercuotono indelebili sul loro sviluppo con conseguenze permanenti. La povertà alimentare è anche povertà educativa: la mancanza di una adeguata alimentazione influisce sulle capacità di apprendimento che renderà più fragili questi ”adulti di domani”.

Evviva la colazione” è l’iniziativa che vede Kellogg  e Banco Alimentare ancora una volta insieme per contrastare l’indigenza alimentare con misure efficaci. Grazie a Kellogg 100.000 bambini tra 7 e 11 anni - aiutati dalle strutture caritative convenzionate con Banco Alimentare in tutta Italia - hanno potuto avere una adeguata prima colazione e le loro famiglie informazioni, suggerimenti e strumenti pratici sull’importanza che una corretta prima colazione ha nella dieta dei bimbi per il loro benessere.

Il riscontro del successo e dell’efficacia di “Evviva la colazione” si sta evidenziando anche in occasione degli incontri pubblici, già avvenuti in Sicilia e in Campania lo scorso gennaio, che hanno suscitato una grande partecipazione e interesse. La descrizione di come si è declinata l’iniziativa per tutto il 2016 a cura dei responsabili delle due organizzazioni è stato sottolineata da tante testimonianze di responsabili di strutture caritative che accolgono e aiutano famiglie con minori e beneficiari finali.

Tags: Campagne