Dicono di noi

"I poveri della porta accanto". Così Giovanni Bruno, Presidente della Fondazione Banco Alimentare, definisce la ferita nella società italiana aperta dalla nuova crisi economica. Quanti sono? Il Banco Alimentare ha visto aumentare del 40% in tutta Italia le richieste, e quindi gli interventi, per la consegna di pacchi di cibo per chi ha perso tutto con picchi del 70% nelle regioni del Sud. "Prima ne distribuivano 1,5 milioni, adesso almeno 800mila in più"...

Dicono di noi

Giovanni Bruno, Presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus, non ha mai visto una crisi come quella scatenata dal coronavirus: non solo le richieste di aiuto sono aumentate del 40%, ma il profilo di coloro che cercano aiuto è cambiato.

Dicono di noi

Emergenza COVID-19: Colletta tra i detenuti

Giovanni Bruno: "In una decina di carceri in Italia, questo è successo ed è successo spontaneamente. Per noi è una grande testimonianza e un grande conforto".

Dicono di noi

«Abbiamo avuto un aumento delle richieste di generi alimentari di circa il 40% con punte anche del 70%. Noi non arriviamo al singolo bisognoso perché riforniamo le 7.500 strutture caritative accreditate, ma stiamo comunque ricevendo migliaia di telefonate di persone, improvvisamente precipitate in povertà, che non sanno a chi rivolgersi, cosa fare, disperate, che chiedono informazioni. Non mi stupirei se...

Dicono di noi

Nemmeno l’immensa tragedia del coronavirus ha fermato il cuore dei volontari, dei donatori e delle aziende partner della Rete Banco Alimentare. Ostacoli fisici, di età, di procedure e prevenzioni hanno rallentato ma mai fermato la macchina (o meglio, i furgoni) di questa organizzazione non profit, che ha compiuto ben 31 anni di solidarietà in Italia e 53 nel mondo. Abbiamo voluto parlare “senza filtro” con il Segretario Generale Marco Lucchini...

Dicono di noi
di Marco Lucchini

In questi ultimi mesi si sono imposti alla nostra attenzione eventi a noi sconosciuti e imprevisti, ma anche fatti conosciuti e forse dimenticati. Tra questi i più evidenti sono due: il cibo è una priorità assoluta e l'accesso al cibo deve essere possibile per tutti. Molte immagini testimoniano queste due evidenze, come e lunghe file all'ingresso dei supermercati, ma anche...

Dicono di noi

"Mi ricordo di aver visto i vostri volontari fuori dai supermercati, per la colletta alimentare. A volte vi ho donato qualcosa, ma adesso sono io ad avere bisogno. Potete aiutarmi?". Prima della pandemia del Covid-19, al Banco Alimentare arrivavano solo chiamate di...

Dicono di noi

Un aumento in media del +114% nel numero di nuove persone che si rivolgono ai Centri di ascolto e ai servizi delle Caritas diocesane rispetto al periodo di pre-emergenza coronavirus.

Dicono di noi

Agensir.it: "In seguito all’emergenza Coronavirus “abbiamo raggiunto il picco di aumento del 40% come media nazionale, con punte sicuramente più alte in Campania, Calabria e Sicilia”: è l’allarme lanciato oggi al Sir Giovanni Bruno, presidente nazionale del Banco Alimentare, la rete nazionale che..."

Dicono di noi

Roma. “Da subito sono arrivati quelli che vivevano chiedendo la carità o vendendo rose nelle vie del centro, i lavavetri… una pletora di persone che prima portava a casa 10-15 euro al giorno e riusciva in qualche modo a campare.

Dicono di noi

Da il Sussidiario.it: "Noi ci siamo. Lo abbiamo detto sin dall’inizio dell’emergenza; lo abbiamo ripetuto e dimostrato nel lavoro quotidiano mai tralasciato che i 21 Banchi della Rete Banco Alimentare hanno svolto finora..."

Editoriale

Quando ho cominciato questa avventura come volontario in Fondazione non avrei potuto certo immaginare di ritrovarmi addosso una responsabilità così grande, che certamente mi onora ma di fronte alla quale mi sento “piccolo, piccolo”.