Le notizie

In questo periodo di pandemia si può vivere sospesi tra un passato che non c’è più e un futuro non ancora definito. Oppure si può fare una scelta coraggiosa e vivere il presente, senza chiudere gli occhi, scoprendo che esistono bisogni più grandi e che ognuno di noi può contribuire a costruire germi di speranza. È accaduto così ad un gruppo di manager che da un giorno all’altro hanno deciso di mettere a disposizione la loro esperienza, i loro talenti, le loro capacità per costruire qualcosa che vale davvero la pena raccontare.

Le notizie

Al via una nuova campagna di raccolta fondi promossa da Supercentro SPA “Uniti per una pasqua solidale”. Ancora una volta, dopo le iniziative del 2018 e 2019, i clienti delle nuove insegne IPERSISA, SISA e QUICK SISA di Puglia, Basilicata e Calabria del gruppo Supercentro sono chiamati ad un gesto di solidarietà, dal 25 marzo al 5 aprile 2021 sarà possibile contribuire, con solo un euro, alla raccolta fondi a favore del Banco Alimentare Onlus.

Le notizie

Man mano che l’emergenza sanitaria avanzava la situazione per centinaia di aziende italiane è diventata drammatica. Nessuno è stato risparmiato nemmeno una grande azienda come Alitalia che oggi può contare su 110 voli giornalieri, rispetto ai circa 500 del periodo precedente alla pandemia. Una grande precarietà, una preoccupazione crescente per il futuro, dentro le quali è spuntato un fiore forse inatteso, ma davvero speciale. Cibi e bevande che non potevano essere imbarcati sugli aerei e che invece restavano nei magazzini, sono stati donati alle diverse sedi di Banco Alimentare.

Le notizie

Pubblichiamo le graduatorie dei progetti di servizio civile per le sedi di Milano, Imola, Firenze, Pesaro, San Benedetto del Tronto e Pesaro.

Le notizie

Quest’anno l’azienda GMF (Grandi Magazzini Fioroni S.p.A) ha scelto di essere al nostro fianco e di donare a Banco Alimentare un contributo economico che ci permetterà di sostenere i costi di recupero e distribuzione di alimenti pari a 300.000 pasti (1 pasto corrisponde a 500 gr di alimenti secondo la stima adottata dalla European Food Banks Federation). I prodotti verranno distribuiti, tramite le nostre strutture caritative convenzionate, alle famiglie in difficoltà e a quelle persone che stanno pagando il prezzo più alto della crisi che ha sconvolto il nostro Paese e che, spesso per la prima volta, si sono trovate costrette a chiedere un aiuto alimentare.

Le notizie

L’Istat diffonde oggi le stime preliminari della povertà assoluta per l’anno 2020 insieme alle stime preliminari delle spese per consumi delle famiglie che costituiscono la base informativa per gli indicatori di povertà assoluta.  Le stime definitive saranno rese disponibili, rispettivamente, il 16 e il 9 giugno 2021. I dati sono quindi suscettibili di revisioni, ma offrono un quadro chiaro delle conseguenze che la grave crisi economica prodotta dalla pandemia e dall’emergenza sanitaria ha determinato sulle condizioni di vita delle famiglie nell’anno appena passato.

Le notizie

Myra è venuta a trovarci negli uffici di Via Legnone. Ha gli occhi chiari che sbucano sopra la mascherina e che sprizzano energia. Quella stessa energia che ci è voluta per affrontare 5.000 km, pedalando attraverso l’Italia sulla sua cargo-bike. Il suo viaggio era stato pianificato all’inizio del 2019 e doveva toccare vari paesi europei, poi è arrivato il Covid che ha cambiato orizzonte e prospettiva delle nostre vite. Continua a leggere...

Le notizie

È dalle aziende di produzione, trasformazione e distribuzione che, ormai trent'anni fa, noi di Banco Alimentare abbiamo cominciato ad effettuare recuperi di prodotti alimentari. E non solo: dobbiamo la nostra origine all’intuizione di un imprenditore dell’alimentare, Danillo Fossati patron della STAR e al suo incontro con Don Giussani che diede la spinta definitiva a questa esperienza. Le aziende: un tesoro prezioso per noi. Anche e soprattutto in un anno complicato come quello passato. Nel 2020, infatti, abbiamo registrato sia una crescita del bisogno come conseguenza della pandemia, sia un aumento della sensibilità e del desiderio di collaborare delle aziende. Attualmente sono circa 1.600 le aziende donatrici di eccedenze a Banco Alimentare, aumentate di circa il 40% nel 2020.

Le notizie

L’avvio del Progetto di Servizio Civile Universale “Alimentiamo Speranze” – cod. progetto: PTXSU0020220012413NMXX è previsto in data 25 marzo 2021. I colloqui per le selezioni per le diverse sedi Banco Alimentare coinvolte nel Progetto (Milano, Imola, Pesaro, San Benedetto del Tronto, Firenze e Trento) si terranno nelle giornate di giovedì 4 marzo e venerdì 5 marzo 2021, in modalità online. Ciascun candidato verrà contatto via email, ed al più presto verranno pubblicate su questo sito, le liste con gli orari di convocazione ai colloqui.

Le notizie

Marta, 38 anni, vive in una roulotte con le due figlie di 5 e 10 anni. Dopo 7 anni a Malta, a gennaio 2020 è tornata in Italia, senza lavoro e senza prospettive, con la miccia della pandemia pronta a esplodere. Oggi, il sorriso sotto la mascherina, fa la volontaria nella Chiesa Evangelica Battista di Moncalieri, dove ha ricevuto prima il sostegno alimentare, poi l’aiuto per ripartire.

Dicono di noi

L'appuntamento è alle 7 del mattino in un Centro nella prima periferia di Milano. Tre furgoni, un gruppo di volontari, la scelta dei percorsi e la distribuzione delle schede dove sono indicati i luoghi dei ritiri delle eccedenze e le consegne immediate agli enti caritatevoli. Gianluigi Peschiera ha 69 anni, ex impiegato, volontario per il Banco alimentare da quando è andato in pensione, guida un furgone per il progetto Siticibo, lattività di ritiro di alimenti cucinati e freschi, integri e non serviti, da mense e pasticcerie.

Le notizie

Top 100 di Business People. Una carrellata di 100 nomi; 100 persone tra manager ed imprenditori che Business People ha delineato come protagonisti indiscussi dell'economia del nostro Paese. Profili meritevoli che in questi mesi bui sono riusciti a fare la differenza, reagendo alla pandemia che ha sconvolto l'Italia. Tra loro, ecco che spunta a sorpresa il nome del nostro Presidente Giovanni Bruno.

Pagine

Editoriale

Nessuno costruirebbe un ponte se non urgesse una necessità e uno scopo: la necessità di mettere in comunicazione due realtà, due mondi, e lo scopo di renderepossibileunacomunicazione,uno scambio, di persone, di beni ma anche di mentalità, consuetudini, culture, insomma un incontro!