Le notizie

In occasione della Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare – che ricorre il prossimo 5 febbraio – la Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition scatta una foto della situazione attuale: nel mondo, ogni anno si sprecano 1,3 miliardi di tonnellate di

Le notizie

Bruno Serato è uno chef italo-americano famoso in tutto il mondo per mettere la sua capacità culinaria al servizio degli altri e per sfamare, ogni giorno, milioni di bambini americani meno fortunati.

Le notizie

Ad oggi oltre un milione di famiglie italiane sono in difficoltà economiche per le spese sanitarie e la differenza dell’aspettativa di vita tra Nord e Sud e tra ricchi e poveri è sempre più evidente.

Le notizie

Lo scorso 14 dicembre abbiamo incontrato Bernhard Scholz e lo abbiamo provocato a dibattere su alcuni temi che attraversano le vicende di Banco Alimentare.

Le notizie

Secondo il rapporto Oxfam 2019 il gap tra ricchi e poveri nel mondo è in continuo aumento.

Le notizie

Il reddito di cittadinanza potrebbe raggiungere 5 milioni di persone, 1,7 milioni di famiglie di cui 255 mila nuclei con disabili: una platea a cui verranno distribuiti da aprile 2019 a dicembre 2019, quasi 6 miliardi di euro con l'obiettivo di

Le notizie

Secondo i dati ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica), l’inflazione colpisce di più le famiglie povere che non quelle ricche.

Le notizie

La Brianza si riempie di alberi speciali i cui rami sono stra-colmi di…cappotti per i senzatetto!

Le notizie

È arrivata la mini bustina di zucchero contro lo spreco alimentare!

La maggior parte di noi, quando apre una bustina, non usa tutto lo zucchero contenuto all’interno. E quello che avanza viene sprecato.

Le notizie

È dal 2010 che il Gruppo Gabrielli ci sostiene, donandoci quotidianamente ciò che all’interno dei suoi punti vendita non viene venduto.

Le notizie

Cos’hanno in comune i nostri super-eroi del recupero e un grande cuoco come Bruno Barbieri?

Semplice: l’amore per il cibo e, quindi, la voglia di non sprecare nulla!

Pagine

Editoriale

Quando ho cominciato questa avventura come volontario in Fondazione non avrei potuto certo immaginare di ritrovarmi addosso una responsabilità così grande, che certamente mi onora ma di fronte alla quale mi sento “piccolo, piccolo”.