Siticibo in Alto Adige/Südtirol

Il servizio di Siticibo in Alto Adige/Südtirol

Il Banco Alimentare del Trentino Alto Adige – Onlus (Banco Alim. T.A.A.) ritira alimenti ceduti gratuitamente:

-       in occasione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare;

-       dall’A.G.E.A.;

-       dall’Industrie agro-alimentari: sia produttori sia distribuzione all’ingrosso;

-       dal Ministero dell’agricoltura;

-       dalla Grande Distribuzione Organizzata e da mense pubbliche mediante il servizio di Siticibo.

Quest’ultima modalità di raccolta degli alimenti è stata avviata dal Banco Alim. T.A.A. fin dall’anno 2006 sul territorio del Comune di Bolzano sotto la denominazione “Pronto Fresco” ma, dal 2010 aderisce al programma nazionale denominato “Siticibo”, promosso dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus di Milano (fin dall’inizio prezioso sostegno formativo ed informativo) che coordina la Rete dei Banchi Alimentari in Italia.

Il programma di Siticibo consiste nel recupero delle eccedenze alimentari che, sebbene ancora in ottimo stato, per varie ragioni verrebbero distrutte (prossimità della scadenza, errori di etichettatura e/o di produzione, difetti della confezione, ecc.), provvedendo alla loro tempestiva distribuzione a Strutture Caritative che assistono persone in stato di indigenza economico sociale.

Dopo un primo breve periodo di sperimentazione il servizio di “Pronto Fresco – Siticibo” ha ottenuto il riconoscimento ufficiale dal Comune di Bolzano, uno dei primi Enti Locali che in Italia hanno valorizzato questa attività riconoscendone la valenza sociale, ambientale, economica ed educativa.

Il successo del programma Siticibo ha comportato la sua progressiva diffusione in altri importanti Comuni della Provincia Autonoma di Bolzano: Laives, Merano, Bressanone, Lana, Postal, Naturno, Silandro, Chiusa e Vipiteno.

Nell’Alto Adige/Südtirol, nell’anno 2012, sono stati recuperati, nell’ambito organizzativo del programma Siticibo (ivi compresi gli alimenti ceduti da aziende agro alimentari) circa 203.000 Kg. di alimenti per un valore economico, stimato a prezzi di mercato, che ha superato i 930.000 €).

Il servizio di Siticibo, a fine anno 2012 nell’Alto Adige/Südtirol, interessava trenta grandi supermercati della catena Aspiag Service S.r.l. (Despar), tre panifici, Coop. agr. Mila (Gruppo Milkon), Stuffer S.p.A. (Vitessa), A. Loacker & Figli Snc, Panificio Innerkofler, Panificio Hackhofer, Panificio Mein Beck, Pasticceria Zingherle, Devely Italia S.p.A., Dr.Schär, Gramm S.p.A., Pan S.r.l., Luchetta Valentino S.r.l., Number1/Pompadur, Gen Milhhof Sterzino.

Il coordinamento dell’attività è svolto da un unico dipendente che per la sola zona di Merano si avvale di una collaboratrice a part time. Il successo di questa importante opera caritativa non sarebbe possibile senza l’appassionata collaborazione di diversi volontari che donano il proprio tempo ed il proprio impegno con costanza e precisione.

Le aziende donatrici beneficiano di vantaggi fiscali (vedasi in merito la pagina “Agevolazioni fiscali” nel sito della Fondazione Banco Alimentare – “Come Aiutarci”) e del risparmio dei costi di smaltimento. Esse, soprattutto, partecipano concretamente ad un’attività che dà sollievo a molte persone in stato di bisogno.

Le Strutture Caritative che in Alto Adige/Südtirol beneficiano degli alimenti freschi recuperati mediante il programma Siticibo sono 32 ed assistono complessivamente 5.359 persone (dato aggiornato al 31.12.2012).

             

Si sta valutando l’estensione del programma “Siticibo” anche in altri comuni dell’Alto Adige/Südtirol (Brunico, Caldaro, Salorno ed altri) a condizione che vi siano le indispensabili risorse umane, economiche ed organizzative.

In ogni caso, prima dell’avvio del servizio nei singoli comuni, si prevede una fase di studio del progetto ed un’altra di sperimentazione.

 

Per approfondire le modalità di partecipazione al servizio è possibile contattare

 

Il Banco Alimentare del Trentino Alto Adige – ONLUS presso:

Ufficio per l’Alto Adige/Südtirol
Via G. Galilei n. 4 – 39100 Bolzano
Luca Rapaggi: Responsabile operativo e coordinatore del servizio
cell. 347 85 74 458

siticibobz@trentinoaltoadige.bancoalimentare.it

 

Ing. Luca Merlino: Vice Presidente, delegato del Banco Alimentare per l’Alto Adige/Südtirol,
cell. 333 9525810

vicepresidente@trentinoaltoadige.bancoalimentare.it

 

La sede regionale di Trento
Via. Innsbruck, 20 - 38121 Trento
Tel. 0461 – 994830
info@trentinoaltoadige.bancoalimentare.it

 

Dario Nicolli – Direttore del Banco Alimentare

Duilio Porro - Presidente del Banco Alimentare