L'80% degli italiani si reputa il popolo più generoso d'Europa. E sono tanti i personaggi noti in prima linea per gli altri, dal pallavolista Zaytsev, che sostiene il Banco Alimentare, alla Jolie, impegnata coi bambini. Ma come capire che fine fanno i nostri soldi? Ecco 7 regole per riconoscere se la onlus è onesta.

Dopo gli empori della solidarietà dove si fa la spesa con la tessera a sconto punti, dopo le mense dei poveri dove si fa la coda per un piatto di minestra, dopo la distribuzione dei pacchi alimentari in parrocchia, arrivano i surgelati "Made in Caritas". È l'ultimo frutto del progetto nato attorno al Refettorio Ambrosiano di Greco, ideato dallo chef stellato Bottura assieme alla diocesi di Milano durante Expo.

repubblica.it, 28-05-2017

 

Un senzatetto, inserito dai servizi sociali del Comune in un progetto Ria (reddito di inclusione attiva), un giorno non si presenta al suo turno di distribuzione, al magazzino del Banco alimentare. «Ho chiesto dove fosse e mi hanno detto che aveva trovato lavoro - racconta Adele Biondani, presidente del Banco Alimentare del Veneto-. Nel percorso d'inclusione è riuscito ad emanciparsi, acquistando un piccolo camper in cui dormire, fino a trovare un'occupazione». Anche per le persone ai margini della società c'è possibilità di rinascita.

Verona Fedele, 07-05-2017

Successo record della campagna che ha consentito di aiutare 370mila famiglie povere in tutta Italia. Oltre tre milioni di piatti di pasta fresca donati da Giovanni Rana alle famiglie in difficoltà: è lo straordinario risultato, un vero e proprio record, del progetto Duetto voluto dal Pastificio Rana insieme con il Banco Alimentare e giunto al secondo anno.

L'Arena, 08-04-2017

Firmato un protocollo con l'Anci che punta a promuovere l'attività caritatevole coinvolgendo enti e aziende.  L'obiettivo è sfruttare la vocazione agroalimentare emiliano-romagnola e fornire, grazie alle eccedenze donate principalmente da aziende, centri di distribuzione e collette, un mix alimentare sempre più vario e salutare.  

Nuovo Diario Messaggero, 08-04-2017

Una campagna nazionale made in Parma. Il Banco Alimentare è una Onlus che combatte lo spreco raccogliendo, immagazzinando e ridistribuendo a enti caritativi il cibo prossimo alla scadenza. Una realtà conosciuta e apprezzata in tutta Italia.

Gazzetta di Parma, 06-04-2017

Da oltre dieci anni segno di una Presenza significativa a sostegno dei più poveri ... 
Lo sviluppo dell’opera del Banco Alimentare del Trentino Alto Adige – Onlus, sorto nel dicembre 2003, può essere evidenziato in termini quantitativi nella seguente tabella che mette a confronto i dati del 2005, primo anno di piena attività, e quelli alla data del 31.12.2016:

Il convegno, promosso dall’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Salerno e dal Banco Alimentare Campania, ha posto la sua attenzione sulla rivalutazione degli “sprechi alimentari” alla luce della “Legge Gadda” n. 166/16. 

Tags: 

 

Dopo un percorso che ha coinvolto tutti gli attori del processo di recupero e ridistribuzione delle eccedenze alimentari, la legge Gadda renderà più organico l’attuale quadro normativo italiano, semplificando le donazioni e sostenendo le persone più povere del nostro paese.

Pagine

Abbonamento a RSS - Uscite Media