Servizio Civile 2021

Sono aperte fino alle ore 14.00 del 15 febbraio 2021 le candidature per i progetti di servizio civile con Fondazione AVSI e Banco Alimentare. Disponibili 24 posizioni in Italia insieme a Fondazione AVSI e 21 all'estero per Fondazione AVSI.

 

Il programma Italia “Interventi sostenibili per ridurre le disuguaglianze” prevede l’impiego di 24 volontaridi cui 14 per attività della Rete Banco Alimentare. L’avvio, con selezioni a febbraio-marzo, è previsto nei mesi di marzo-aprile 2021.

Scarica di seguito la scheda del nostro progetto e candidati ad uno dei progetti elencati. In questo percorso avrai la possibilità di vivere un’esperienza umana e formativa. A tutti gli operatori volontari sarà offerta una formazione specifica, un assegno mensile di 439,50 euro e l'assicurazione; per i progetti all’estero sono previste anche un’indennità aggiuntiva, copertura spese (vitto e alloggio e 2 viaggi A/R).

 

Il Progetto di Banco Alimentare si inserisce nel “Programma Italia – interventi sostenibili per ridurre le disuguaglianze” (cod. programma: PMXSU0020220010564NMXX) implementato insieme a Fondazione AVSI, Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus, Fondazione Banco Marche Onlus, Associazione Banco Alimentare della Toscana Onlus e Banco Alimentare del Trentino Alto Adige Onlus.

Di seguito la lista dei Progetti:

  • Alimentiamo speranze – cod. progetto: PTXSU0020220012413NMXX, per il quale saranno selezionati 14 operatori volontari:
  • presso Fondazione Banco Alimentare Onlus, a Milano, n. 3 operatori volontari;

  • presso Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus:
    - a Fontevivo (PR) n. 2 operatori volontari (di cui 1 giovane con minori opportunità);
    - a Imola (BO) n. 2 operatori volontari (di cui 1 giovane con minori opportunità);

  • presso Fondazione Banco Alimentare Marche Onlus:
    - a Pesaro (PU) n. 2 operatori volontari;
    - a San Benedetto del Tronto (AP) n. 1 operatore volontario;

  • presso Associazione Banco Alimentare della Toscana Onlus, a Firenze, n. 2 operatori volontari;

  • presso Banco Alimentare del Trentino Alto Adige Onlus, a Trento, n. 2 operatori volontari.

  • Giovani per ridurre le ineguaglianze, promuovere i diritti e la pace in Emilia - Romagna 2020 – cod. progetto: PTXSU0020220012411NMXX, per il quale saranno selezionati 4 operatori volontari (di cui 1 giovane con minori opportunità) presso la sede di Cesena (FC).

  • Giovani per ridurre le ineguaglianze, promuovere i diritti e la pace in Lombardia 2020 – cod. progetto: PTXSU0020220012412NMXX, per il quale saranno selezionati 6 operatori volontari (di cui 1 giovane con minori opportunità) presso la sede di Milano.

Come candidarsi

Entro le ore 14.00 del 15 febbraio 2021 i giovani tra i 18 e 29 anni non compiuti in possesso dei requisiti previsti dal bando, potranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.
I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero possono accedervi esclusivamente con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di livello di sicurezza 2.
Sui siti internet del Dipartimento www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it e www.scelgoilserviziocivile.gov.it è disponibile la Guida per la compilazione e la presentazione della Domanda On Line con la piattaforma DOL.
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate esclusivamente nella modalità on line sopra descritta, entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 15 febbraio 2021. Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione delle domande. Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione.

Requisiti

  • cittadinanza italiana, oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, oppure di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
  • aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  • non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Possono presentare domanda di Servizio civile i giovani che, fermo restando il possesso dei requisiti:

  • nel corso del 2020, a causa degli effetti dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, abbiano interrotto il servizio volontariamente o perché il progetto in cui erano impegnati è stato definitivamente interrotto dall’ente;

  • abbiano interrotto il Servizio civile a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente che ha causato la revoca del progetto, oppure a causa di chiusura del progetto o della sede di attuazione su richiesta motivata dell’ente, a condizione che, in tutti i casi, il periodo del sevizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;

  • abbiano interrotto il Servizio civile nazionale o universale a causa del superamento dei giorni di malattia previsti, a condizione che il periodo del servizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;

  • abbiano già svolto il Servizio civile nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All e nell’ambito dei progetti per i Corpi civili di pace;

  • abbiano già svolto il “servizio civile regionale” ossia un servizio istituito con una legge regionale o di una provincia autonoma.

  • le operatrici volontarie ammesse al Servizio civile in occasione di precedenti selezioni e successivamente poste in astensione per gravidanza e maternità, che non hanno completato i sei mesi di servizio, al netto del periodo di astensione, purché in possesso dei requisiti di cui al presente articolo;

  • non appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;

  • non abbiano interrotto il servizio civile nazionale o universale prima della scadenza prevista;

  • non intrattengano, all’atto della pubblicazione del presente bando, con l’ente titolare del progetto rapporti di lavoro/di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure abbiano avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando; in tali fattispecie sono ricompresi anche gli stage retribuiti.

Per le candidature

Per tutte le informazioni riguardanti i progetti di servizio civile con Banco Alimentare: palumbo@bancoalimentare.it