LE STRUTTURE CARITATIVE E IL BANCO ALIMENTARE DELL' UMBRIA

Al Banco Alimentare dell’ Umbria confluiscono le varie strutture caritative convenzionate per ritirare gli alimenti che vengono successivamente distribuiti. Oggi vogliamo iniziare una esplorazione all’interno di questo “mondo” per conoscere effettivamente come funziona e quante persone quotidianamente impegna per raggiungere tutti gli assistiti.

Iniziamo questa ricerca dalla struttura Emporio Solidarietà Divina Misericordia che opera a Perugia adottando una formula assai originale e ne parliamo con Giampiero Morozzi, Elena Gattavilla e Alexandra Echeverria.

“ Questo Centro fu inaugurato dall’ Arcivescovo Card. Gualtiero Bassetti a marzo del 2016 in Via G. Sacconi, 27 - zona industriale di Sant’Andrea delle Fratte di Perugia, l’Emporio funziona come un vero supermercato di medie dimensioni con una superficie di distribuzione di circa 200 mq e un’ area di stoccaggio di 200 mq, oltre un laboratorio e uffici. E’ rivolto a persone e nuclei famigliari italiani e stranieri di qualunque religione  residenti/domiciliati nella Diocesi di Perugia - Città della Pieve, in condizioni di reale difficoltà economico - lavorativo e sociale per un periodo stabilito, sufficiente a renderli più autonomi e in grado di reinserirsi nel mondo lavorativo e sociale.

Di quanti volontari dispone?

Ci sono 40 volontari con 12.350 ore annue di servizio, per un importo pari a €. 185.000,00, nel senso che i nostri volontari se dovessero percepire un salario per le ore di volontariato sarebbe questa la cifra.

Quante persone vengono assistite?

407 famiglie  per un totale di 1358 assistiti, un terzo delle quali italiane, provenienti dai quartieri e centri abitati dei Comuni di Perugia e Corciano, con 7.520 Carrelli Spesa e 527,041 tonnellate movimentate.

In quali direzioni vanno i “pacchi dono”? 

I singoli e le famiglie assistite accedono direttamente all’ Emporio Divina Misericordia per usufruire dei servizi, grazie a una card rilasciata con un determinato credito di punti che permette di fare in autonomia la spesa dei prodotti di prima necessità e non mediante consegne di pacchi.

Le relazioni e i rapporti tra il Banco Alimentare e l’Emporio Divina Misericordia ogni giorno sono più stretti. Volontari che vanno e vengono e che dividono i loro servizi ad entrambe le strutture, creando una rete solida che si evidenzia nella continuità di sostegno alle persone che hanno maggiori difficoltà. La nostra opera punta anche a sensibilizzare sul tema dello spreco alimentare e sull’ esigenza di creare nuovi stili di vita insieme alla creazione di una rinnovata solidarietà tra gli individui.